19 Mag 2010
Emanuele -Lele- LuzzatiLa ricchezza del suo mondo fantastico, l’immediatezza ed espressività del suo stile personalissimo ne hanno fatto uno degli artisti più amati ed ammirati nel nostro tempo. Nel magico luogo dei bastioni di Porta Siberia, somigliante ad un castello mediovale, annualmente vengono premiati autori e scrittori di letteratura per l’infanzia  Nel 2009 è stato premiato l’israeliano Meir Shalev che ha collaborato con Luzzati quando hanno realizzato nel 1990  il film d’animazione Jerusalem, che spiega ai bambini l’antica storia della città mediorioentale, crocevia delle tre religioni monoteistiche: in questa occasione il direttore del Museo Internazionale Luzzati, Sergio Noberini.ha consegnato a MEIR SHALEV  il Premo Porta Siberia in virtù del suo lavoro con Emanuele Luzzati, per il contributo che questa collaborazione ha portato alla diffusione internazionale dell’opera di Luzzati. Meir Shalev ha pubblicato nel 2008 per Frassinelli il libro Un serpente, un diluvio e due arche, storie della Bibbia riscritte in un linguaggio semplice e moderno per i bambini e illustrate dalle immagini di Emanuele Luzzati, ma già nel 1982 i due avevano collaborato per il libro Michael and the Monster of Jerusalem, un altro testo rivolto all’infanzia.

Attualmente nel museo è allestita la mostra ” DRAGHI E ALTRI ANIMALI”, un percorso in cui le lettere dell’alfabeto si trasformano come per magia in animali

esposizione di animali fanatstici creati da Emanuele Luzzati

Dalla matita di Emanuele Luzzati un bestiario tra realtà e immaginazione, mito e letteratura, un viaggio attraverso la magia dell’invenzione e i colori della natura. Sono infatti moltissime le occasioni di incontrare animali più o meno fantastici nell’opera di Emanuele Luzzati, dai simpatici e innocui gatti illustrazioni de Il libro dei perché di Gianni Rodari, alla balena di Pinocchio, immaginata in molte variazioni: oltre alle illustrazioni, si può ammirare nella mostra anche una grande sagoma in legno e la versione “maquette” realizzata per Ulisse e la balena bianca di Vittorio Gassmann nel 1992. Nella mostra si passa poi davanti ad animali variamente feroci come iene e leoni (illustrazioni de L’Orlando innamorato di Matteo Maria Bonardo del 2005) o l’immancabile lupo di Cappuccetto Rosso, fino ad arrivare veri e propri mostri tra cui vari draghi inediti e il terribile drago di Michael and the monster of Jerusalem (per Meir Shalev nel 1989). Nel bestiario di Emanuele Luzzati si trovano poi strani ibridi tra esseri umani e animali come donne-serpente e ragazze-cigno, pesci magici e anche un inedito coniglio, in omaggio all’altra mostra ospitata dal museo e dedicata Giulio Coniglio di Nicoletta Costa.Per i grandi, che riscopriranno sotto questo originale punto di vista l’inconfondibile tratto di Luzzati, e per i piccoli che potranno visitare la mostra in forma di gioco, in compagnia degli amici di tante storie vecchie e nuove, seguendo le magiche lettere/animali e immaginando di trasformarsi in uno dei loro beniamini, più o meno mostruoso, più o meno feroce.

Oltre alle esposizioni tematiche dell’opera luzzatiana il Museo internazionale Luzzati ospita  rassegne culturali dedicate sempre alla letteratura per l’infanzia.

illustrazione di Nicoletta CostaIn programmazione dal 20 aprile fino al 19 settembre è  allestita la mostra  NICOLETTA COSTA. GIULIO CONIGLIO E LE ALTRE STORIE. Oltre 100 opere con protagonista sia Giulio Coniglio, una delle ultime creazioni a cui è intitolata anche la rivista mensile, sia altri personaggi nati dalla matita e dalla fantasia dell’illustratrice più amata dai bambini italiani. Parliamo della “nuvola Olga” (a cui scappa di fare la pioggia), tra i personaggi più conosciuti accanto alla Principessa dispettosa dai capelli rossi, alla maestra dormigliona Margherita, a Teodora, strega nasona e pasticciona e poi i cavalli con le scarpe, i girasoli musoni e l’immancabile “gatto”, caratterizzato in numerose varianti multi colorate. Sono oltre 200 i libri illustrati e spesso anche scritti da Nicoletta Costa pubblicati per diverse case editrici come Emme edizioni, EL, Einaudi, Franco Cosimo Panini, Nuages, Gallucci…. Nicoletta Costa è stata definita uno dei più grandi interpreti del “pianeta infanzia” perché ha saputo conservare l’infanzia dentro di sé e vedere il mondo con gli occhi di un bambino. Quel mondo che dal 1980 continua a raccontare con parole e immagini in decine e decine di storie che ci fanno scoprire come pensano, come agiscono e come si comportano i bambini.  Il catalogo della mostra è pubblicato da Nugae edizioni, testi di Walter Fochesato, Marco Giusti, Roberto Piumini, Giorgio Scaramuzzino, Barbara Schiaffino.

Per informazioni o visite al museo

Ingresso al Museo €5
bambini gratis fino a 6 anni
€2 dai 7 ai 18 anni
€4 sopra ai 65 anni

ORARIO
dal martedì al venerdì 10-13 e 14-18
sabato e domenica 10-18

INFO Museo Luzzati, Area Porto Antico 6 16128 Genova Tel 0102530328
info@museoluzzati.itwww.museoluzzati.it

Riguardo l'autore
L'informazione di punta

Lascia un commento

*