20 Apr 2011
«Abbiamo ritenuto – aggiunge Elena Donazzan – che il prossimo anno, che ancora risente di un assestamento per ciò che concerne il taglio degli organici, non dovesse esser posto ad ulteriori cambiamenti, che pur io ritengo debbano esser fin da ora studiati. Cercheremo il massimo coinvolgimento possibile per modificare l’approccio stesso ad un tempo della scuola che debba essere legato al tempo della vita odierno».

Le festività obbligatorie nel calendario scolastico 2011-2012 sono, oltre alle domeniche, il primo novembre, l’8 dicembre, il 25 e il 26 dicembre, il primo gennaio, il 6 gennaio, il lunedì dopo Pasqua, il 25 aprile, il primo maggio, il 2 giugno e la festa del Santo Patrono. Le vacanze scolastiche andranno, invece, da domenica 30 ottobre 2011 a martedì 1° novembre 2011; da giovedì 8  dicembre all’11 dicembre 2011; da sabato 24 dicembre 2011 a domenica 8 gennaio 2012; da giovedì 5 a lunedì 9 aprile 2012; da domenica 29 aprile a martedì 1° maggio 2012. E’ poi prevista la sospensione delle lezioni da domenica 19 febbraio a mercoledì 22 febbraio 2012 compresi anche se, in caso di specifiche tradizioni popolari locali, la sospensione dell’attività didattica potrà essere collocata in giorni diversi. Per ciò che concerne le scuole dell’infanzia, la data d’inizio delle lezioni è il 12 settembre 2011, quella di fine scuola il 30 giugno 2012, con festività obbligatorie e vacanze scolastiche coincidenti con il primo e il secondo ciclo d’istruzione. Per le scuole primarie e secondarie le giornate di attività didattica tra le date d’inizio e di fine della stessa sono dunque 205, a cui andrà sottratta la giornata del Santo Patrono. L’attività didattica deve essere svolta nel rispetto di almeno 200 giorni di frequenza – e/o dell’equivalente monte ore annuale stabilito per ogni ordine di scuola dalle norme vigenti e dal piano dell’offerta formativa (Pof) di riferimento.

Riguardo l'autore
L'informazione di punta

Lascia un commento

*