22 Lug 2011

Un’iniziativa nata a seguito di ripetuti episodi verificatisi in Veneto ai danni di persone non vedenti accompagnate dal proprio cane guida alle quali è stato negato l’accesso ad alcuni esercizi commerciali e luoghi aperti al pubblico (bar, gelaterie, mezzi di trasporto pubblico e una chiesa).
“E’ una campagna educativa importante perché ci aiuta a guardarci in maniera diversa cercando di mettere tutti nelle condizioni di vivere una vita normale e serena – dichiara l’assessore alla famiglia e alla pace Giovanni Giuliari -. Il cane rappresenta una guida sicura ed indispensabile al quale viene affidata la propria personale indennità. Sono certo che gli operatori del commercio sapranno anche questa volta dimostrare la loro sensibilità ed attenzione nei confronti delle persone con disabilità affiancandosi all’amministrazione nel costruire una Vicenza accogliente e solidale.” “Attraverso questa campagna di sensibilizzazione – afferma Giuseppe Marinò, Coordinatore Regionale Veneto dell’Anpvi Onlus intendiamo sottolineare l’insostituibile ruolo del cane guida per la piena autonomia e mobilità delle persone prive di vista in ambienti extra-domiciliari. Ogni volta che a un non vedente e al suo cane viene impedito il libero accesso ad un locale pubblico, non solo si provocano dei disagi concreti alla persona, ma viene commesso un atto discriminatorio che molto spesso getta quest’ultima in uno stato di forte umiliazione, in quanto vede i propri diritti negati”.
La campagna gode del patrocinio del Ministero delle Pari Opportunità, della Regione del Veneto, delle Province e dei Comuni del Veneto, della Confcommercio Veneto, della Confesercenti Veneto, della CNA Veneto, di Banca Popolare di Vicenza, di GoppionCaffè e di Royal-Canin.
Informazioni: Anpvi Onlus Coordinamento Regionale Veneto, via Isonzo, 10 –Treviso, 0422411106, 3478906600, info@anpvionlusveneto.191.it

 

Riguardo l'autore
L'informazione di punta

Lascia un commento

*