25 Gen 2012

 

L’Ordine regionale è particolarmente legato alla figura del grande giornalista e scrittore bellunese, e ha intitolato a Buzzati la scuola di giornalismo che da cinque anni si occupa delle attività di formazione e aggiornamento dei circa 5mila giornalisti iscritti all’Albo veneto. Il confronto partirà con una lectio magistralis di Ferruccio De Bortoli, direttore del Corriere della Sera, quotidiano per il quale Buzzati ha scritto pagine memorabili, sul tema “Buzzati e il Corriere. Il giornalista e lo scrittore”. Il giornalista Lorenzo Viganò, curatore di alcune raccolte dello scrittore, si concentrerà sulla “Nera” di Buzzati, parlando di “Dino Buzzati, doverista e nerista. La vocazione per la cronaca”. Rolly Marchi, il giornalista che fu la sua “guida” e lo accompagnò nelle sue passeggiate fra le cime bellunesi, che avrebbe dovuto tratteggiare un profilo più personale di Buzzati, purtroppo non potrà essere presente. All’appuntamento, che prevede anche alcune letture di brani dello scrittore da parte dell’attore bellunese Sandro Buzzatti, ha dato la propria adesione la vedova, Almerina Buzzati. L’introduzione all’evento sarà affidata al presidente dell’Ordine dei giornalisti del Veneto, Gianluca Amadori. Al presidente nazionale dell’Ordine giornalisti, Enzo Iacopino, spetterà il compito di concludere la giornata, tracciando un quadro della professione e dei problemi dell’informazione. L’appuntamento è organizzato anche in collaborazione con l’Ordine nazionale dei giornalisti, l’Associazione della stampa bellunese e la Direzione scolastica di Belluno, e con il patrocinio di Regione Veneto, Provincia e Comune di Belluno.

 

Riguardo l'autore
L'informazione di punta

Lascia un commento

*