28 Nov 2011

La Procura ha avviato l’inchiesta sia per i decessi che per la scoperta di residui di contaminazione nocivi vicino alla fabbrica. Nei giorni scorsi i pubblici ministeri hanno sottoposto a sequestro probatorio l’intera fabbrica su istanza dell’avvocato Lucio Conte, difensore di alcune delle famiglie dei lavoratori morti: «L’abbiamo chiesto perché i giudici possano fare tutte le verifiche possibili, siamo intervenuti anche perché avevamo saputo che esisteva la possibilità di una vendita della struttura» spiega il legale. Ma il sequestro è avvenuto anche subito dopo la diffusione alla Rai regionale di un documentario sulla vicenda, diretto dalla regista Giulia Zanfino. Nel video, disponibile anche su web sul sito www.crash.rai.it/sito, c’è l’inedita testimonianza dell’unico lavoratore del reparto tintoria ancora vivo, Francesco De Palma.

 

 

Riguardo l'autore
L'informazione di punta

Lascia un commento

*