24 Mag 2011
Nicoletti cita volentieri piloti come Clay Regazzoni, Alex Zanardi, e tanti altri che nonostante l’handicap trovano la forza morale di affrontare la vita con la determinazione di poter vivere anche con qualche menomazione fisica. La tecnologia, ci dice Nicoletti: ” ha fatto passsi da gigante e chi guida ora un’auto seppur con gli accorgimenti opportuni, dopo l’esperienza drammatica di perdere gambe o braccia, può tornare a viaggiare normalmente”. Certo, denuncia Nicoletti: “ci sono in molte città barriere architettoniche quasi insormontabili per chi vive in carrozzina; é più semplice entrare in autostrada e fare centinaia di chilometri con un’auto modificata per le esigenze del pilota che fare qualche metro tra marciapiedi e chicane tra i più disparati ostacoli urbani”. Dopo la mobilità per i disabili il salone dell’auto SAU, alla sua 7° edizione -tre padigioni dedicati apppunto al trasporto di beni e persone-, presenta nella sezione GREEN SAU, patrocinato dall’assessorato all’ambiente del Comune di Padova, anche le novità dei mezzi a emissioni zero: dalle biciclette servoassistite con motorini elettrici alle auto completamente elettriche. La Concessionaria locale della Peugeot-Citroen mette in mostra le nuove proposte di auto completamente elettriche: 150 chilometri di autonomia a 130 Km/orari; 4 porte e 5 posti con un’unica alimentazione: quella elettrica. Basta collegare l’auto ad un presa di corrente e via: dopo 6 ore si ritorna al 100% della sua capacità. Certo l’auto costa ancora parecchio, quasi 36.000 euro, ma sono ancora prototipi per il mercato. Puntano al futuro prossimo quando al posto del rumore di un motore – inquinante- ci sarà un più dolce fruscio elettrico.

 

Riguardo l'autore
L'informazione di punta

Lascia un commento

*

captcha *