Le vestigia romane tra Trissino e Tezze di Arzignano dove nel terzo secolo D.C: si pensa ci fossero delle strutture produttive potrebbero scomparire per sempre se prosegue il progetto di un grande bacino di regimentazione delle acque del fiume Agno-Guà. I risultati delle ricerche sono state presentate da Davide Sandini attivista locale delle “rotte del gua’”.

Riguardo l'autore

Lascia un commento

*

captcha *