Le vestigia romane tra Trissino e Tezze di Arzignano dove nel terzo secolo D.C: si pensa ci fossero delle strutture produttive potrebbero scomparire per sempre se prosegue il progetto di un grande bacino di regimentazione delle acque del fiume Agno-Guà. I risultati delle ricerche sono state presentate da Davide Sandini attivista locale delle “rotte del gua’”.

Riguardo l'autore
  1. Gianni Padrin Reply

    Bello e perfetto il servizio, come sempre carissimo Diego.
    Ma vorrei aggiungere dei particolari, sulle porcate classiche dell’idraulica veneta :
    1) le aziende che lavorano x il Genio, nel Veneto, sono le stesse da + di mezzo secolo. Come mai ?
    2) Come per Caldogno, questi sono Bacino col Buco, cioè fatti dove il fondo è permeabile, come da minime conoscenze di geo idraulica; Trissino l’acqua scende fra la ghiaia e va in 1° falda, che infatti allaga il piano basso, o allaga a Montecchio la Pedemontana di ZaiaGalan; quindi quando verrà invasata l’acqua dentro il bacinello, aumenterà la pressione in falda, e poi mi divertirò a vedere le case galleggiare, meglio del 2010.
    Caldogno invece l’acqua sale da sotto, visto che è zona di risolgiva, da sempre, visto che da Novoledo, 100 metri sopra, si preleva l’acqua per 800.000 abitati. Poco serve mettere uno straterello di argilla, che la pressione idraulica buca in 5 minuti.
    3) COSTI del Caldogno x esempio di come lavorano da mezzo secolo :
    Costo base d’asta a progetto tanto al kilo, della regione, ma NON fatto dagli ingegneri idraulici di Voltabarozzo, ma dato in esterna = + iva e + guadagno, 42,5 milioni
    Ribasso d’asta 30% (illegale? e poi se è del 30%, che conti hanno fatto?)
    Costo ai polentoni veneti 50 Milioni
    Come mai ?
    Utilizzano la legge del tarokko tangentizio, fatta apposta x rubare :
    Legge sull’ Appalto integrato =
    Chi vince l’appalto, presenta il progetto definitivo/esecutivo, con relativi aumenti a piacere “parchè el progetto zè deficitario, manca tochi”..
    Tutto firmato dai politicanti professionisti, che mai hanno lavorato nella loro vita, se non pochissimo, come l’Avariato renzuskoniano e ZaiaGalan. Io la firma non ce l’ho messa !!
    4) Costo analisi datazione C14 3°-6° a.C. di Davide Sandini fatta in università Kentuky USA, 400 €
    Costo pseudo sovrintendenza 27.000 datazione 1600/1700.
    A chi credere ?
    5) Sapendo che Drixinum era forse il vicus romano + importante, dopo Veicethia, se gli pseudo sovrintendenti non dovrebbero proferir parola. Tanto che l’area era abitata perfino da 1 gruppo etnomico diversificato dai Venetkens centrali, i Drixinates.
    6) ……………………………..
    Se mi sbaglio, informatemi

Lascia un commento

*