11 Apr 2012

Sono soprattutto le donne ad accedere ai servizi sanitari, a seguito dei sempre più numerosi ricongiungimenti familiari, situazione che viene monitorata dalle nostre Ulss vicentine con l’istituzione di un servizio di mediazione linguistico culturale nei vari reparti medici. E tutti, dopo le cure sanitarie, si rivolgono alle farmacie per l’acquisto dei farmaci. Il corso, iniziato il 3 aprile 2012, è aperto solo agli operatori del settore e spiegherà, attraverso vari esperti, le implicazioni psicologiche che entrano in gioco, cercando di individuare i punti in comune tra persone di provenienza, cultura e religione diverse e per trovare corretti rapporti di fiducia reciproca con i “nuovi cittadini”. L’iniziativa formativa rientra nei percorsi di aggiornamento del MInistero della Salute.

Riguardo l'autore
L'informazione di punta

Lascia un commento

*

captcha *